Fermo


http://www.fermo.net
Via Mazzini, 4 63900 FERMO FM
0734.2841
comune.fermo@emarche.it
Mappa

La vocazione di Fermo, per la sua storia di città di studi e per la sua tradizione di centro di scambi culturali sull'Adriatico, è da sempre quella all'accoglienza e all'ospitalità. Gli strumenti di cui la Città dispone per continuare a rispondere a questa vocazione sono molteplici e si sono consolidati ed affinati nel tempo. In primo luogo, la cultura. Fermo, infatti, conserva un impianto urbano rinascimentale intatto, che dalla principale Piazza del Popolo -tra le più belle delle Marche- è godibile attraverso una serie di itinerari costellati di chiese, palazzi nobiliari, cortili e portali artistici; offre una Pinacoteca ricca di tavole tardogotiche e celebre per la famosa Adorazione dei Pastori di P.P. Rubens; ospita una Biblioteca tra le più note in Italia per il suo patrimonio librario antico, il cui cuore -la secentesca Sala del Mappamondo- è il vanto cittadino; custodisce nel sottosuolo un complesso di Cisterne Romane di epoca augustea tra i più importanti al mondo, la cui visita è imprescindibile per chiunque giunga in Città anche per poche ore.

Arricchiscono l'offerta museale cittadina il Museo Diocesano, annesso alla splendida Cattedrale dalla facciata gotica, che conserva tra altri pezzi di eccellenza la casula di Thomas Becket; la Sezione Archeologica Picena, che testimonia compiutamente attraverso manufatti bronzei unici per tipologia una delle grandi civiltà italiche preromane; l'Oratorio di Santa Monica, con un ciclo di affreschi tardo gotici tra i più apprezzati delle Marche; i Musei Scientifici ubica- ti presso l'ottocentesca Villa Vitali immersa nel verde del parco cittadino, dove è allestito l'unico museo di materia artica d'Italia, intitolato all'esploratore polare Silvio Zavatti, sono conservate le collezioni ornitologi- che del sec. XIX "Tommaso Salvatori", è esposta la meteorite caduta sulla città di Fermo nel 1996, ritenuta dal C.N.R. una delle più scientificamente rappresentative tra quelle conosciute e sono visitabili due pregevoli collezioni di macchine fotografiche antiche e di pipe storiche.

Un posto d'eccellenza merita, nel- l'offerta culturale fermana, il settecentesco Teatro Comunale dell'Aquila, tra i più belli e più gran- di delle Marche: un ambiente prestigioso, ancora impreziosito dai fondali storici del Sanquirico e dall'affresco centrale opera di Cochetti; oltre a rappresentare uno dei beni culturali più apprezzati della Città, vi si svolgono importanti stagioni di spettacolo, da quella lirica, alla sinfonica, a quella di prosa, secondo una tradizione plurisecolare che ha visto le sue scene calcate dai più grandi nomi dello spettacolo internazionale. Altro punto di forza di Fermo e delle sue frazioni è il paesaggio. Arroccata attorno al colle del Girifalco, il cui parco ospita piante centenarie e costituisce una delle più belle terrazze panoramiche della costa marchigiana, la Città ha per proprie quinte naturali, da un lato un Adriatico distante soltanto otto chilometri dal centro urbano, dall'altro lo scenario suggestivo di un entroterra di tipiche cittadine che si spingono con un dolce paesaggio collinare fino alle pendici dei "monti azzurri" di leopardiana memoria, i Sibillini.

Questa posizione privilegiata fa sì che Fermo offra un mare pulito e spiagge ben attrezzate sulle quali praticare vela e wind surf, come al Lido di Fermo, a Casabianca, a Marina Palmense; consente anche al turista di godere la tranquillità dell'entroterra in agriturismo e strutture attrezzate per trekking, mountain bike ed equitazione, si pone come porta di ingresso naturale al vicino Parco dei Monti Sibillini. Le numerose strutture ricettive (alberghi, camping, agriturismo, etc.) propongono soluzioni adeguate per tutte le esigenze. Da Fermo, inoltre, considerata la particolare struttura produttiva loca- le basata sulla piccola e media impresa, sono possibili percorsi interessanti e particolarmente raffinati tra spacci aziendali di grandi firme (Prada, Sergio Rossi, Tod's - Della Valle, Guardiani, Zengarini, Cesare Paciotti, Fornarina solo per citarne alcune legate al mondo della scarpa) e tradizioni artigianali dove - insieme alla scarpa- il cappello, l'accessorio e la pellicceria fanno moda e tendenza nelle maggiori boutiques internazionali.

fonte: www.fermo.net

Eventi Fermo

dal 25 Novembre al 26 Novembre 2017 sabato ore 21; domenica ore 17 In occasione del 40° anniversario dall’uscita del celebre film, il Teatro Nuovo di Milano presenta la nuova produzione italiana de La febbre del sabato sera. Dopo il grande successo di pubblico nell’ultima stagione teatrale, e la consacrazione all’Arena di Verona, Saturday night fever – La febbre del sabato sera è pronto a calcare nuovi...
dal 21 Ottobre al 02 Dicembre 2017 dal lunedì al venerdì 8.30-13.45 e 15.15-18.45; sabato 8.30-13.45 E’ allestita fino al prossimo 2 dicembre, nella Sala Lettura della Biblioteca civica “Romolo Spezioli” di Fermo, la mostra “Luigi Mannocchi: lo studio del folklore marchigiano tra Ottocento e Novecento”, seconda mostra documentaria a cura di Pierluigi Vitellozzi.
Martedì
21
Novembre

Modus salvificandi

mostra di Elisa Rossini
dal 21 Ottobre al 24 Novembre 2017 17,30-24
Artasylum, Piazza del Popolo 60 338.6820716
Mercoledì
22
Novembre

Modus salvificandi

mostra di Elisa Rossini
dal 21 Ottobre al 24 Novembre 2017 17,30-24
Artasylum, Piazza del Popolo 60 338.6820716
Giovedì
23
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Venerdì
24
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Martedì
21
Novembre

Luigi Mannocchi

lo studio del folklore marchigiano tra Ottocento e Novecento. 2^ Mostra documentaria a cura di Pierluigi Vitellozzi
dal 21 Ottobre al 02 Dicembre 2017 dal lunedì al venerdì 8.30-13.45 e 15.15-18.45; sabato 8.30-13.45
Biblioteca civica, Sala lettura 0734.284310
Mercoledì
22
Novembre

Luigi Mannocchi

lo studio del folklore marchigiano tra Ottocento e Novecento. 2^ Mostra documentaria a cura di Pierluigi Vitellozzi
dal 21 Ottobre al 02 Dicembre 2017 dal lunedì al venerdì 8.30-13.45 e 15.15-18.45; sabato 8.30-13.45
Biblioteca civica, Sala lettura 0734.284310
Giovedì
23
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Venerdì
24
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Sabato
25
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Domenica
26
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Lunedì
27
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Martedì
28
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Mercoledì
29
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Giovedì
30
Novembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Venerdì
01
Dicembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Sabato
02
Dicembre

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Martedì
21
Novembre

Visioni artiche

personale di pittura di Marco Battistoni
dal 11 Novembre 2017 al 07 Gennaio 2018 dal martedì al venerdì 10.30-13 e 15.30-18; sabato e domenica 10.30-13 e 15.30-19
Palazzo dei Priori 0734.217140
Mercoledì
22
Novembre

Visioni artiche

personale di pittura di Marco Battistoni
dal 11 Novembre 2017 al 07 Gennaio 2018 dal martedì al venerdì 10.30-13 e 15.30-18; sabato e domenica 10.30-13 e 15.30-19
Palazzo dei Priori 0734.217140
Monteprandone - Festa del patrono 2017

Cosa Sapere

FERMO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina