E, nude, leggerò altre scritture

Nella sua vasta produzione poetica Plinio Acquabona (Ancona 1913- 2002) ha indagato lo smarrimento dell’uomo contemporaneo che vive nella dimensione del relativismo ed è incapace di aprirsi a verità assolute. In questa raccolta, pubblicata nella collana “Poeti della Smerilliana”, egli si muove nella dialettica tempo/eterno, presenza/assenza, che ritma la storia individuale e collettiva.

Autore: Plinio Acquabona

Curatore: Alfredo Luzi

Genere: poesia

Editore: The Writer Editions, Milano 2014

Pagine: 152

Devi effettuare il login per inviare commenti

Treia - Sagra della polenta

Cosa Sapere

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina