Teatro Vincenzo Pagani

I restauri del Teatro Pagani, iniziati dal Comune nel 1984, hanno permesso la riapertura del teatro nel 1999.

Fu costruito nel 1875 su un preesistente palazzo del 1570, appartenuto alla famiglia Pagani, la stessa del noto pittore Vincenzo nato a Monterubbiano (1494 ? – 1568) a cui è dedicato il teatro; il progetto fu redatto dall’architetto anconetano Francesco Ridolfi.

La facciata esterna si presenta con tre maestose finestre rettangolari sovrastate da altrettante a forma semicircolare. In linea con le stesse, al pianterreno, vi sono i tre ingressi. In alto spicca il frontone in stile neoclassico con decori in gesso e la scritta del nome del teatro.

L’interno fu realizzato nella classica forma a ferro di cavallo e presenta tre ordini di palchi accessibili attraverso due diverse scale, e dalla platea che in totale possono ospitare quattrocento persone.

Le decorazioni sono opera dell’architetto Giuseppe Sabatini, il cui estro regala al territorio Piceno altri due capolavori: il piccolo Teatro dell'Iride di Petritoli (1873) e lo splendido Teatro di Montegiorgio (1870), oggi intitolato al musicista Domenico Alaleona.

Sulla volta, ad opera del Maranelli di Sant'Elpidio, si susseguono i tondi con i ritratti di Carlo Goldoni, Vittorio Alfieri, Ludovico Ariosto, Dante Alighieri e poi in pittura monocroma quelli di Raffaello Sanzio e di Vincenzo Pagani. Servono ad inquadrare il tondo centrale dove sono rappresentate tre Muse, dai cui attributi sembra di poter riconoscere quella della Musica (Erato con la lira), della Tragedia (Melpòmene con la maschera) e della Poesia (Calliope con lo stilo e il papiro), figure allegoriche in relazione ai personaggi storici rappresentati.

Il sipario storico datato 1881 è opera dello scenografo Alessandro Bazzani, un vero e proprio omaggio a Vincenzo Pagani, raffigurato con gli strumenti del mestiere (tavolozza e cavalletto) in atto di dipingere una tela con sullo sfondo un paesaggio marino con i pini.

SCHEDA TECNICA

Tipologia: Sala a ferro di cavallo con tre ordini di palchi.

Posti: 260

Periodo di costruzione: 1863/1875

Progettista: Arch. Francesco Ridolfi

Realizzazione Architetto Antonio Murri

 

Informazioni aggiuntive

  • citta: MONTERUBBIANO
Devi effettuare il login per inviare commenti

Cosa Vedere

Cosa Sapere

MONTERUBBIANO
Genga - Festa d'autunno 2017

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina