Monte San Pietrangeli: la qualità della vita

Uno spiccato spirito imprenditoriale e tanta voglia di stare insieme

Immersa nel distretto calzaturiero più importante d'Europa, Monte San Pietrangeli non poteva non adeguarsi nel dopoguerra all’assetto economico che le nuove esigenze di mercato imponevano. All’inizio parte dei montesanpietrini abbandonò le campagne per andare a lavorare nelle fabbriche, principalmente calzaturiere, in un secondo momento, l’industria calzaturiera si estese e concentrandosi a Monte San Pietrangeli. Nel paese oggi sono operanti rinomate aziende calzaturiere e artigianali che realizzano prodotti di raffinata eleganza ma non manca l'alta specializzazione ed una matura affidabilità di coloro che operano settori: dei trasporti, ecc. Anche le aziende agricole, grazie anche alle nuove generazioni che sanno rispondere più efficacemente alle esigenze di un mercato, possono essere annoverate tra le risorse economiche di Monte San Pietrangeli. Il paese è ricco di attività di ristorazione, alloggi, alimentari e di servizi tali da garantire la massima ospitalità. Nonostante la criticità di alcuni periodi, la disoccupazione rimane sempre molto bassa.

Oltre al patrimonio storico-culturale in cui si scorgono i campanili dei vicini comuni e lo sguardo spazia da un tenue lembo dell'Adriatico sino alla bella catena dei Sibillini, Monte San Pietrangeli si fa ricordare per le sue eccellenze culinarie. Una cucina ricca e basata su prodotti genuini e di produzione locale; oltre alle pietanze tipiche marchigiane (come  tagliatelle, vincisgrassi, cannoli, polenta, fagioli con le cotiche, il baccalà o stoccafisso con le patate, i salumi, gli arrosti misti alla brace, le olive ed i cremini ripieni), le specialità montesanpietrine più rinomate sono: “li caciù de fava”, “lu serpe” (dolce tipico natalizio), “lu fristingu” e “lo zampetto de maiale in porchetta”. Per gli amanti della buona tavola non c'è che l'imbarazzo della scelta. Una menzione speciale va all'Accademia delle erbe e delle piante spontanee: con sede nel palazzo storico (Barbarossa) un'iniziativa nata dall'esigenza di perpetuare la conoscenza e l'uso dell'”erbe trovate”, che rischia di perdersi nel mondo cosiddetto globale che diffida delle tradizioni orali. Un progetto dunque volto alla valorizzazione della cultura d'origine collegata alla gastronomia locale, in cui coinvolgere imprenditori agricoli, ristoranti, esperti botanici con tutti coloro che possono e vogliono non dimenticare il buon uso di un alimento naturale.

Monte San Pietrangeli è un comune evidentemente unico per tante ragioni ed lo spirito di aggregazione ne è una prova. Oltre trenta associazioni in un comune così piccolo testimoniano l'importanza di dare seguito alle molte passioni a cui ci si può dedicare, dal teatro alla solidarietà, agli sport che possono essere praticati, alla religione... con la voglia di rendere le manifestazioni più sentite veri e propri eventi comunitari la processione del Venerdì Santo il Patrono San Biagio ed il Palio San Pietro.

A Monte San Pietrangeli, sotto le buone regole della convivenza, tutto è possibile.

Mariateresa Ferroni

Informazioni aggiuntive

  • citta: MONTE SAN PIETRANGELI
Devi effettuare il login per inviare commenti
Treia - Sagra della polenta

Cosa Vedere

Cosa Sapere

MONTE SAN PIETRANGELI

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina