12° Festival Internazionale della Chitarra "J. Rodrigo"

luglio, il mese della chitarra nelle Marche


da: Lun, 3. Luglio 2017
 a: Sab, 29. Luglio 2017
ore 21.30
Fermo e Porto San Giorgio
FERMO, FM
335.5255988
www.internationalguitarfestival.eu
Mappa

La nuova edizione del prestigioso Festival quest’anno prevede 9 appuntamenti con artisti di provenienza Italiana, olandese, inglese, ucraina e israeliana. Le formazioni vanno dalla chitarra al duo con flauto o mandolino arrivando all’orchestra di 16 elementi. Anche i generi rappresentati saranno diversi, dalla chitarra classica tradizionale al teatro con la chitarra passando per la musica popolare rivisitata in chiave colta.

Il festival si aprirà il 3 luglio con la vincitrice di un concerto premio nella scorsa edizione del Concorso internazionale della chitarra “Varie Azioni sul Tema”: Giulia Ballarè. Chitarrista virtuosa tra le più promettenti del panorama internazionale eseguirà musiche di A. Barrios, J. Turina e K.Mertz; appuntamento nella splendida cornice di Torre di Palme, Largo Milone ore 21.30. Si continua il lunedì successivo, 10 luglio, stesso luogo stessa ora, con una altro virtuoso di fama internazionale, l’ucraino Ihor Kordiuk. Vincitore dell’edizione 2016 del concorso “Claxica” eseguirà musiche di L. de Narvaez, F. Sor, N. Coste e R. Dyens.

La domenica successiva 16 luglio sarà il turno dei finalisti del concorso internazionale della chitarra di Porto San Giorgio, alta qualità assicurata al Teatro Comunale a partire dalle ore 19.

Lunedi 17 luglio si cambia genere, si torna nella splendida cornice di Torre di Palme per ascoltare il duo olandese Nhiz, composto da Bobby Rootveld (chitarra) e Sanna van Elst (registratori) che proponendo un originalissimo spettacolo mixerà le musiche di repertorio chitarristico con il teatro e la commedia, da non perdere!

Il giorno seguente, martedì 18, ci spostiamo a Porto San Giorgio, dove si esibirà il noto musicista inglese Tom Kerstens. L’illustre chitarrista già ospite in precedenti edizioni del festival, proporrà musiche spagnole di I. Albeniz ed E. Granados. Appuntamento alla Chiesa del Rosario alle ore 21.30. Mercoledi 19, nella stessa location di Porto San Giorgio sarà il turno del concertista Alexei Belousov. L’israeliano di origine russa, proporrà musiche di repertorio, H.Villa-Lobos M. Giuliani e musiche della tradizione popolare sovietica. La settimana clou del festival si concluderà a Matelica, al Museo Piersanti, con l’Orchestra di Chitarre delle Marche. L’ensemble di chitarristi diretti dal Maestro Silvio Catalini, proporrà musiche dal repertorio sinfonico adattate a questo insolito gruppo strumentale con risultati sorprendenti. Appuntamento Giovedi 20 alle ore 19 con musiche di A.Vivaldi, W.A.Mozart, AD. Scarlatti e A.Piazzolla.

Una settimana di pausa prima di immergerci nella musica del duo pugliese Real. Mandolino e chitarra ci porteranno alla scoperta dei compositori di musica popolare e colta del sud italia. Appuntamento domenica 23 luglio di nuovo a Torre di Palme, Largo Milone, ore 21.30.

Il concerto di chiusura del Festival, sabato 29 luglio, quest’anno verrà affidato ad un giovano astro nascente della chitarra marchigiana, Luca Romanelli, che si esibirà in un affascinante e complesso repertorio con musiche di J.S.Bach, M. Giuliani, J. Rodrigo, B. Yusupov. Torre di Palme, Largo Milone ore 21.30.

Oltre ai concerti, il 16 luglio si svolgerà il III Concorso internazionale di chitarra “VarieAzionisulTema” aperto a tutti i chitarristi di età e generi diversi. Dall’17 al 21 poi, proseguirà il gemellaggio con le scuole di musica tedesche che vedrà i nostri giovani chitarristi locali e stranieri frequentare corsi di perfezionamento internazionali: le Masterclass. 

Un cartellone prestigioso con un'offerta musicale ricca e varia che si muove nei diversi stili storici e geografici della chitarra adatto a soddisfare ogni tipo di palato, il tutto accompagnato da luoghi suggestivi e da degustazioni di vini prelibati. Il consiglio è quello di arrivare in anticipo perché…tutti gli ingressi sono gratuiti!

Cosa Sapere

FERMO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina