Stagione concertistica

a Fermo grandi emozioni in punta di  pentagramma. La Gioventù Musicale riparte con concerti di alto livello


da: Dom, 1. Gennaio 2017
 a: Dom, 16. Aprile 2017
Teatro dell'Aquila
FERMO, FM
347.6529970 - 0734.284295
www.fermocultura.it
Mappa

Ancora una volta, per il 61° anno consecutivo, nonostante tutto, sarà un programma ricco ed entusiasmante quello proposto a Fermo dalla Stagione Concertistica 2016/2017, predisposta dalla Gioventù Musicale e dal Comune.

Nonostante tutto. Nonostante mille difficoltà. Perché il sisma ha penalizzato pesantemente anche le strutture culturali della città. Ma grazie all’impegno dell’assessore alla Cultura Francesco Transatti e del Comune tutto, si riuscirà anche quest’anno a non interrompere questa bella e qualificata manifestazione. 

Non sono stati indicati i luoghi dei concerti (tranne quelli sinfonici al Teatro dell’Aquila), perché si aspetta di sapere cosa potrà essere più fruibile. Ne daremo conto appena possibile e comunque si potrà sempre essere aggiornati chiamando al 347.6529970 o consultando www.fermocultura.it.

Gli organizzatori chiedono la collaborazione di tutti gli appassionati, degli amanti della musica, perché non facciano mancare il loro sostegno e seguano la manifestazione con l’affetto di sempre.

In serbo appuntamenti musicali accattivanti, fascinosi, godibili ed anche stuzzicanti per grandi emozioni in punta di pentagramma. 

Gli appuntamenti fissati per dicembre, verranno recuperati non appena possibile intanto si parte proprio il primo gennaio a Teatro con il Concerto di Capodanno proseguendo poi con una serie di imperdibili appuntamenti domenicali sino ad aprile 2017.

Pianisti, violinisti, trii, quartetti, ensemble di altissima qualità e rilievo internazionale si alterneranno a proposte originali e suggestive come “Arpe Diem” (19 febbraio) fantastico quartetto di arpe con un programma spumeggiante o come lo spettacolo per voce recitante e chitarra “Platero e io” (19 marzo), intima e raffinata elegia di Mario Castelnuovo Tedesco su testi del premio Nobel Juan Ramon Jimenez, capolavoro del ‘900 con Simone Baldassarri e Irene Placci Califano.

Punte di diamante, come ormai da diversi anni, i vincitori dei più prestigiosi premi internazionali. Dai violinisti Christell Lee (2 aprile) premio Sibelius di Helsinki ai pianisti Nikita Mndoyants (22 gennaio) premio Cleveland 2016 e Ilia Maximov (5 febbraio) premio Viotti. Straordinaria si preannuncia l’esibizione del “Quatuor Akilone” (12 marzo), un quartetto tutto al femminile che ha stravinto a Bordeaux nel 2016. 

Di grande suggestione “Dal tango al Klezmer” (29 gennaio) con un duo di fuoriclasse composto dal saxofono di Massimo Mazzoni e la fisarmonica di Christian Riganelli. 

E tanto ancora. Ben 14 concerti, tutti da seguire, ascoltare, partecipare.

“Abbiamo voluto proporre – ribadiscono gli organizzatori -  un programma vario, con la musica come protagonista assoluta.  Con artisti di gran livello ma anche dando un tocco di magia a tutte le proposte.  Per raccontare anche quest’anno l’appassionante favola della musica. In punta di pentagramma. 

La nostra attività, sulla scia del grandissimo esempio e patrimonio culturale lasciatoci in eredità dal compianto presidente Annio Giostra,  prosegue  e continua a rappresentare per noi una sfida. Nonostante tutto.”

 

Cosa Sapere

FERMO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina