Ri-nascita

opere di Leonardo Nobili


da: Sab, 8. Aprile 2017
 a: Lun, 8. Maggio 2017
Palazzo Ducale, Appartamento della Jole
URBINO, PU
www.gallerianazionalemarche.it
Mappa

Con questa interazione la Galleria Nazionale delle Marche apre ancora una volta le porte all’arte contemporanea marchigiana. L’installazione temporanea di opere RI-NASCITA dell’artista marchigiano Leonardo Nobili ricrea idealmente un’interazione tra arte medievale-rinascimentale e arte contemporanea, nella splendida dimora del palazzo ducale di Urbino.

L’artista, ispirandosi al periodo rinascimentale italiano e a quello urbinate in particolare, intende riproporre, in modo provocatorio, un nuovo “Rinascimento” dell’arte attraverso l’allestimento di opere contemporanee in un contesto iconico (appartamento della Iole) costituito per lo più da Crocifissioni che alludono al periodo della celebrazione pasquale e al mistero della Resurrezione di Cristo. Di qui, l’idea di creare un connubio tra le opere esposte nella Galleria Nazionale delle Marche, accomunate dallo stesso tema religioso, e le opere contemporanee che rievocano una “ri-nascita” del corpo, della mente e dello spirito. Le installazioni Urlo, Crisalide e Prigioniera nello spazio raffigurano corpi umani, avvolti in una pellicola trasparente, che come crisalidi tentano di uscire dal bozzolo per trasformarsi in farfalla: metafora della metamorfosi dell’anima che si libera dall’involucro della realtà materiale per librarsi in volo verso uno spazio infinito, verso una “ri-nascita” spirituale.

Afferma l’artista: “Attualmente stiamo vivendo una condizione storico-sociale in cui la cultura appare sempre più impoverita (anche a causa della scomparsa dei grandi mecenati rinascimentali che proteggevano gli artisti) e in cui l’individuo sta perdendo la propria identità culturale, pertanto è necessario recuperare quei valori esaltati dall’Umanesimo che osannavano le doti di intelligenza, creatività e originalità dell’uomo, al fine di evitare l’omologazione della società di massa e la mercificazione dell’arte”.

Cosa Sapere

URBINO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina