Museo Maria Sofia Giustiniani Bandini

Una straordinaria dimora-museo al Castello di Lanciano

Dopo la pausa invernale è stato riaperto al pubblico lo scorso 20 marzo il Museo "Maria Sofia Giustiniani Bandini", che presenta e conserva gli ambienti, gli arredi originali e gli oggetti d’arte che la famiglia Bandini aveva organizzato nella sua residenza suburbana del Castello di Lanciano, nel territorio di Castelraimondo.

Il museo, che prende il nome dall’ultima esponente della famiglia, che nel 1977 donò il complesso alla Curia arcivescovile di Camerino, si trova al primo piano del Castello di Lanciano, un complesso maestoso circondato da un parco secolare, voluto nella seconda metà del XIV secolo da Giovanni da Varano che edificò la Rocca compresa nell'Intagliata, una caratteristica trincea di 12 Km scavata nel terreno e riempita di alberi per proteggere il confine nord-orientale della città di Camerino.

Persa la sua funzione militare, nel 1489 la Rocca venne trasformata in residenza signorile da Giovanna Malatesta, nipote di Francesco Sforza e moglie di Giulio Cesare da Varano. Alla fine della signoria varanesca il complesso divenne proprietà di varie famiglie nobili fino a quando nel 1754 venne acquistato dalla famiglia Bandini che ampliò l’edificio attraverso la costruzione della galleria al primo piano, decorata dall'architetto camerinese Giovanni Antinori.

Nonostante questi interventi architettonici, nel Castello di Lanciano sono ancora ben leggibili alcuni elementi architettonici e decorativi della costruzione originaria come la torre all'ingresso del cortile, risalente al trecento e con base a scarpa, la quattrocentesca porta d'accesso alla rocca, in posizione più ribassata, il porticato con un lacerto di decorazione ad affresco raffigurante la rosa malatestiana, una sala al piano terra con scene di caccia e animali esotici realizzate ad affresco.

Il complesso si caratterizza soprattutto per la sua natura di dimora-museo, dove ogni elemento è integro e originale: gli arredi, le innumerevoli suppellettili, la quadreria. Molto interessanti sono  le sale da Pranzo, dei Ritratti, dei Giochi, Cinese, della Sella e la suntuosa Galleria. L’appartamento della principessa, costituito da piccole sale di disimpegno e dalle camere da letto e da bagno, conserva un meraviglioso letto del XV secolo interamente ricoperto a foglia d’oro e quadri databili tra il XV e il XVI secolo.

Monia Marzetti

Denominazione: Museo "Maria Sofia Giustiniani Bandini"

Caratteristica: dimora-museo

Dove: Castelraimondo, Castello di Lanciano

Orario di apertura: sabato: ore 15.30 – 18.30; domenica e festivi, ore 10.30 – 12.30 e 15.30 – 18.30

Informazioni aggiuntive

  • citta: CASTELRAIMONDO
Devi effettuare il login per inviare commenti

Cosa Sapere

CASTELRAIMONDO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina