Risalendo il corso principale del fiume Esino, nei pressi delle sorgenti, nel punto in cui la strada termina in uno spiazzo erboso, sulla destra in alto, in mezzo al bosco, sorge tuttora l'Eremo di San Pietro. In antico doveva essere probabilmente una struttura edilizia più consistente dell' attuale che consta della chiesa con il suo sotterraneo a volta e delle mura perimetrali del pianterreno dei locali di abitazione.

Gli edifici attuali, costruiti con conci rettangolari abbastanza regolari di pietra calcarea bianca, sembrerebbero risalire al XIV secolo. E' a quest' epoca infatti che risalgono le più antiche notizie su San Pietro che risulta citato negli Statuti di Santa Anatolia del 1324. Da questo e da successivi documenti sappiamo che l'eremo apparteneva al Comune che vi collocava delle persone per la custodia.

fonte: www.comune.esanatoglia.mc.it

Informazioni aggiuntive

  • citta: ESANATOGLIA
Devi effettuare il login per inviare commenti

Cosa Vedere

Cosa Sapere

ESANATOGLIA

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina